Area Abbonati
LoginPassword
DOI 10.1716/1405.15601 Scarica il PDF (59,5 kb)
Gimpios 2013;3(4):185-186



Premio European Hand Hygiene –
Excellence Award & Innovation Award 2013

Messaggio del Presidente della Commissione promotrice

La «First Global Patient Safety Challenge» (Prima sfida globale dell’OMS per la sicurezza del paziente), «Clean Care is Safer Care» (Cure pulite sono cure più sicure), è stata lanciata nell’ottobre del 2005 per accrescere la sensibilizzazione sulla necessità di combattere le infezioni associate all’erogazione delle cure sanitarie al fine di ridurre la sofferenza del paziente e aumentarne la sicurezza. Sette anni più tardi, 129 Paesi in tutto il mondo si sono impegnati a supportarla e oltre 40 Paesi e regioni hanno avviato delle campagne di igiene delle mani.
La campagna globale annuale «SAVE LIVES: Clean Your Hands» (SALVA DELLE VITE: lavati le mani) è stata lanciata nel 2009 ed è una naturale estensione del lavoro «Clean Care is Safer Care» (Cure pulite sono cure più sicure). Il 5 maggio di ogni anno, la campagna mira a mobilizzare i Paesi focalizzandone l’attenzione su un aspetto della promozione dell’igiene delle mani. L’invito per il 5 maggio 2012 è stato «Create un piano d’azione basato sui risultati della vostra struttura servendovi del Modello per l’autovalutazione dell’igiene delle mani dell’OMS». Oltre 15.000 strutture sanitarie di 160 Paesi hanno risposto a questo invito, cioè oltre 13 milioni di operatori sanitari e approssimativamente 4 milioni di posti letto. La nostra visione è puntare ora a richiamare la partecipazione di almeno 30.000 strutture entro il 2015.
Per perseguire questi obiettivi, il Centro di collaborazione con l’OMS per la sicurezza del paziente degli Ospedali Universitari di Ginevra, insieme alle Società europee per il controllo delle infezioni e alla Aesculap Academy desiderano invitare tutti a partecipare allo European Hand Hygiene Excellence Award. Questo riconoscimento è concepito come una piattaforma per premiare, onorare e celebrare gli istituti di cura e i gruppi di operatori sanitari che con il loro entusiasmo e le loro conoscenze si sono impegnati a migliorare la sicurezza del paziente attraverso una riuscita implementazione della strategia multi-modale dell’OMS nelle loro rispettive strutture. Un secondo riconoscimento, lo European Hand Hygiene Innovation Award, è stato creato, invece, per stimolare la creatività e trovare soluzioni innovative per promuovere una migliore compliance e sostenibilità nelle pratiche di igiene delle mani tra le migliori strutture sanitarie.
Professor Didier Pittet
Direttore Programma di controllo delle infezioni e Centro di collaborazione con l’OMS
per la sicurezza del paziente Ospedali Universitari di Ginevra,
Ginevra, Svizzera

Gruppo di esperti per la revisione

Prof. Didier Pittet (Presidente)
Direttore Programma di controllo delle infezioni e Centro di collaborazione con l’OMS per la sicurezza del paziente, Ospedali Universitari di Ginevra,
Ginevra, Svizzera
Responsabile esterno, «First Global Patient Safety Challenge» (Prima sfida globale dell’OMS per la sicurezza del paziente),
«Clean Care is Safer Care» (Cure pulite sono cure più sicure) e «SAVE LIVES: Clean Your Hands» (SALVA DELLE VITE: lavati le mani),
Consulente esterno,
«African Partnerships for Patient Safety» (Partenariati africani per la sicurezza del paziente)
Dott.ssa Benedetta Allegranzi
Vicedirettrice della «First Global Patient Safety Challenge» (Prima sfida globale per la sicurezza del paziente), «Clean Care is Safer Care» (Cure pulite sono cure più sicure), nell’ambito del Programma per la sicurezza del paziente dell’OMS,
Ginevra, Svizzera




Prof.ssa Petra Gastmeier
Direttrice dell’NRZ (Centro di riferimento nazionale per la sorveglianza delle infezioni nosocomiali) presso il Dipartimento di controllo delle infezioni e medicina ambientale al Charité-Universitätsmedizin, Berlino, Germania
Capo del programma nazionale tedesco di igiene delle mani,
«Aktion Saubere Hände»
Claire Kilpatrick
Esperta internazionale sulla prevenzione e il controllo delle infezioni, consulente OMS e membro della Società per la prevenzione delle infezioni
Ex responsabile del programma
«Clean Care is Safer Care» (Cure pulite sono cure più sicure) nell’ambito del Programma per la sicurezza del paziente dell’OMS,
Ginevra, Svizzera

Dott.ssa Maria Luisa Moro, Italia
Direttrice dell’Unità rischi infettivi dell’Agenzia sanitaria e sociale Regione Emilia-Romagna, Bologna, Italia,
Coordinatrice della Campagna nazionale italiana
«Clean Care is Safer Care» (Cure pulite sono cure più sicure) e dei sistemi di sorveglianza nazionali delle infezioni associate alle cure mediche
Prof.ssa Anne Simon
Direttrice del Dipartimento di controllo delle infezioni presso le Cliniques Universitaires Saint-Luc, Bruxelles, Belgio,
Direttrice del programma nazionale belga di igiene delle mani
«Vous êtes en de bonnes mains», «U bent in goede handen»
(Siete in buone mani)

Prof. Andreas Voss
Direttore dell’Organismo per il controllo
delle infezioni al Canisius Wilhemina Ziekenhuis, Nimega
e Professore di Controllo delle infezioni al Radboud University Nijmegen Medical Centre, Nimega, Paesi Bassi

Prof. Andreas Widmer
Direttore del Dipartimento di controllo delle infezioni presso l’Ospedale universitario di Basilea, Basilea, Svizzera,
Membro della task force
«Clean Care is Safer Care» (Cure pulite sono cure più sicure) e «Safe Surgery Saves Lives» (La chirurgia sicura salva le vite) del Programma per la sicurezza del paziente dell’OMS

Informazioni sul riconoscimento

Obiettivi
Il concorso è stato sviluppato per individuare e premiare gli ospedali che sono in grado di dimostrare l’eccellenza nella qualità delle cure sanitarie in base ai seguenti criteri:
1. Adozione dei 5 elementi della Strategia multi-modale dell’OMS mirata al miglioramento dell’igiene delle mani:
• Cambiamento del sistema
• Formazione / educazione
• Valutazione e commenti
• Richiami e incoraggiamenti
  sul luogo di lavoro
• Cultura della sicurezza istituzionale
2. Utilizzo diffuso degli strumenti contenuti nella «Guida all’implementazione della Strategia multimodale dell’OMS mirata al miglioramento dell’igiene delle mani».
3. Successo delle iniziative di implementazione attraverso una valutazione obiettiva rispetto agli indicatori delle prestazioni come da Linee guida OMS sull’igiene delle mani nelle cure sanitarie.
4. Creatività e innovazione nell’implementazione locale della strategia multi-modale.
5. Assunzione di un ruolo di guida nell’appoggio e supporto di altre istituzioni nella loro implementazione delle campagne sull’igiene delle mani.
6. Utilizzo del Modello per l’autovalutazione dell’igiene delle mani dell’OMS (disponibile su www.who.int/gpsc/country_work/hhsa_framework_October_2010.pdf) per monitorare il progresso e la sostenibilità della promozione dell’igiene delle mani presso la loro struttura.

I riconoscimenti
Saranno assegnate due categorie di riconoscimenti in base ai criteri di valutazione seguenti:
1. European Hand Hygiene Excellence Award - per l’ospedale che meglio di tutti sia riuscito ad applicare i 5 elementi della strategia multi-modale e abbia dimostrato miglioramenti continui per più di 2 anni.
2. European Hand Hygiene Innovation Award - per l’ospedale che si sia distinto nel dimostrare creatività e innovazione nell’implementazione in qualsiasi dei 5 elementi della strategia multimodale, per es. formazione, richiami, ecc.
Due rappresentanti degli ospedali vincitori saranno insigniti dei riconoscimenti durante il secondo Congresso ICPIC (International Conference on Prevention & Infection Control) che si terrà a Ginevra, in Svizzera, dal 25 al 28 giugno 2013.
Essi riceveranno un biglietto aereo di andata e ritorno in classe economica, sistemazione alberghiera per 3 notti e registrazione gratuita al Congresso.

Informazioni per i partecipanti
1. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti gli ospedali europei che abbiano adottato l’implementazione della strategia multi-modale dell’OMS mirata al miglioramento dell’igiene delle mani per aumentare la sensibilizzazione dell’importanza dell’igiene delle mani nelle loro istituzioni.
Gli ospedali devono essere registrati su: www.who.int/gpsc/5may/register/en/
index.html.
2. Presentazione delle adesioni.
Registrarsi al sito:
www.handhygieneexcellenceaward.com
3. Al ricevimento della registrazione, l’ospedale riceverà istruzioni su come iscriversi al concorso. Sarà richiesta la compilazione di un modulo di autovalutazione e l’invio di tutti i documenti a supporto che dimostrino i criteri precedentemente esposti.
4. Termine per la presentazione delle domande
2012: 31 gennaio 2013
2013: 31 gennaio 2014

5. Dopo la data di chiusura, il gruppo di esperti esaminerà tutte le domande pervenute e selezionerà i finalisti. Due esperti della giuria effettueranno quindi una visita di controllo presso tutte le strutture finaliste. Durante la visita, la delegazione di esperti sarà a disposizione dei finalisti per discutere e fornire consigli per quanto riguarda gli impegni in atto, la sostenibilità e gli indicatori di risultato. Al termine della valutazione di controllo saranno selezionati i vincitori.




Il Pensiero Scientifico Editore
Riproduzione e diritti riservati  |   ISSN online: 1122-407X